Corso di nuoto per gestanti: quando iniziare e perché.

Corso di nuoto per gestanti: quando iniziare e perché

I benefici del nuoto in gravidanza

Corso di nuoto per gestanti: quando iniziare e perché. Qualsiasi tipo di esercizio aerobico per gestanti può garantire degli ottimi benefici alla mamma e al bambino.

Il tuo cuore sarà rafforzato e reso più efficiente nel pompare sangue.

Ciò migliora una circolazione a tutto il corpo e un aumento dei livelli di ossigeno nel sangue.

Il nuoto in gravidanza ti dà tutto questo e altro!

E’ una delle forme più sicure di esercizio per le mamme gestanti, ecco alcuni dei vantaggi del nuoto:

  • Migliora il funzionamento dei grandi gruppi muscolari (braccia e gambe)
  • È a basso impatto e delicato sul tuo corpo
  • L’acqua evita il surriscaldamento e previene le lesioni sostenendo articolazioni e legamenti mentre ti alleni. Questo è particolarmente utile per le future mamme con dolore ai legamenti rotondi. La galleggiabilità dell’acqua ti consente di provare una sensazione di assenza di gravità nonostante i chili di troppo della gravidanza
  • Contrasta un eccessivo sforzo alla schiena della pancia in espansione. La gravidanza può far girare la colonna vertebrale e le spalle in avanti e inclinare il bacino fuori allineamento, ma nuotare rafforza delicatamente i muscoli e compensa questa tendenza.
  • Può aiutarti a mantenere il tuo peso in un range sano
  • Immergersi nell’acqua allevia il gonfiore delle braccia e delle gambe.

Come rimanere in forma e in buona salute durante la gravidanza

Ci sono controindicazioni e accortezze di cui tener conto?

Nuoto per gestanti: consigli generali

Nuoto in gravidanzaProva a nuotare per 20 o 30 minuti nella maggior parte, se non tutti, i giorni della settimana.

Se nuotassi regolarmente prima della gravidanza, dovresti poter continuare senza molte modifiche al programma.

Basta essere sicuri di conoscere i segnali di allarme per rallentare o interrompere l’esercizio.

Se non ti esercitavi affatto prima della gravidanza, probabilmente è meglio nuotare, ma prima chiedi un controllo al medico o l’ostetrica.

Se ti concede l’ok, inizia lentamente, stirati bene per riscaldarti,e fai attenzione a non sovraccaricarti.

Quando sei in acqua, può essere facile dimenticare di rimanere idratato.

Una buona è bere un bicchiere da 8 prima di iniziare a nuotare, un bicchiere per ogni 20 minuti di esercizio e un bicchiere dopo l’uscita dalla piscina.

In tempo caldo o umido, hai bisogno anche di più acqua.

Consigli per il nuoto per il primo trimestre

Spesso nelle ore mattutine è facile trovare un corso di nuoto per gestanti adatto alle tue esigenze.

Se hai energia, nuotare per prima cosa al mattino può prevenire la nausea e stimolarti per il resto della giornata.

Usa una pedana o un altro tipo di attrezzatura da piscina per variare il tuo allenamento e renderlo divertente.

Se l’odore di cloro innesca nausea o provoca disagio alla pelle o agli occhi, controlla se c’è una piscina di acqua salata nella tua zona.

Se vuoi nuotare in un corpo d’acqua come un oceano, un lago o un laghetto, controlla prima il tuo fornitore di assistenza sanitaria perché germi e batteri in acqua aperta possono causare malattie.

Consigli per il nuoto per il secondo trimestre

Man mano che la gravidanza progredisce e cresci più, non avrai bisogno di ridurre il nuoto molto perché è un’attività delicata per le mamme in attesa.

La galleggiabilità dell’acqua riduce anche gli effetti della gravità sul tuo corpo, così puoi sdraiarti sulla schiena per fare il dorso senza rischiare che il flusso sanguigno sia indebolito.

Nuoto in gravidanza

Consigli per il nuoto per il terzo trimestre

Il comfort è fondamentale durante le ultime settimane di gravidanza, quindi prova diversi esercizi per vedere quali sono i più comodi.

Si potrebbe anche usare un costume da bagno di maternità per ospitare la pancia in espansione.

È possibile utilizzare un boccaglio per alleviare la pressione sul collo quando si sale su e giù per respirare.

Se hai muscoli indolenziti o tesi, prova a camminare nella parte bassa della piscina invece di nuotare.

Muovi le braccia attraverso l’acqua mentre cammini per migliorare la resistenza. Se ti senti stanco, usa una tavola da paddle per sostenere la parte superiore del corpo e fai delle pause se necessario.

Fai molta attenzione quando esci dalla piscina e indossa calzature antiscivolo per camminare su superfici bagnate.

Richiedi Informazioni Per Questa Attività presso i nostri di :

  • Share:

Leave A Comment