Analisi del sangue per migliorare le prestazioni

Analisi del sangue: sblocca i segreti del corpo per raggiungere le massime prestazioni

Analisi del sangue: sblocca i segreti del corpo per raggiungere le massime prestazioni. In un recente articolo su FastCompany, Brian Kamenetzky ha condiviso come i team professionali stiano cercando di ridurre gli infortuni prevedendoli.

Un approccio che sono assolutamente d’accordo.

Per prevedere gli infortuni, hai bisogno di dati.

Gli esami del sangue sono un modo semplice e potente per ottenere dati critici per chiunque sia interessato a migliorare le prestazioni atletiche e personali.

Con gli esami del sangue, apri una finestra all’interno del tuo corpo per vedere il tuo stato biochimico reale.

I benefici dell’analisi del sangue per gli sportivi

Analisi del sangue: quando farle?Per anni, tuttavia, solo gli atleti professionisti potevano permettersi di utilizzare gli esami del sangue per migliorare le prestazioni.

La maggior parte delle persone ha associato esami del sangue con le visite dal medico.

Era solo un modo per confermare una malattia o un problema medico.

Ma ora gli atleti, i formatori, gli allenatori e chiunque sia interessato a raggiungere prestazioni ottimali, possono utilizzare i test del sangue per prevedere un problema prima che sia troppo tardi per correggerlo, a volte anche prima che accada.

Gli atleti alla ricerca del vantaggio competitivo utilizzano da anni analisi del sangue.

Recentemente, la triatleta Diane Stokes si sentiva indolente, stanca e fatiscente, così si iscrisse ad un esame del sangue.

I suoi risultati indicavano che aveva bassi livelli di magnesio, zinco, vitamina D e testosterone.

Le modifiche alla sua dieta e al piano di integrazione hanno ricaricato i suoi livelli di energia e le sue prestazioni.

Senza esami del sangue, avrebbe potuto spingere di più sui suoi allenamenti, peggiorando il problema.

Invece, le analisi del sangue le davano le risposte di cui aveva bisogno per risolvere il problema.

Analisi del sangue per gli sportivi: segnali di cambiamento

Un esame del sangue richiede solo una piccola quantità di sangue per fornire una quantità enorme di informazioni, incluso il modo in cui è possibile ottimizzare il proprio corpo utilizzando semplici allenamenti, alimentazione e persino cambiamenti nello stile di vita.

Il sangue di tutti contiene biomarcatori, sostanze che la scienza ha dimostrato possono agire come indicatori per rivelare lo stato del tuo corpo.

Ogni biomarcatore rappresenta una funzione o un cambiamento biologico che avviene all’interno del corpo e ciascun biomarcatore è misurabile.

Misurando i biomarker nel sangue, gli scienziati possono vedere all’interno del tuo corpo in modo accurato e oggettivo.

Più dettagli si conoscono sui risultati del biomarcatore, più utili sono i dati.

Personalizzazione dell’analisi del sangue per gli sportivi

Gli esami del sangue standard che il medico ordina si focalizzeranno sul fatto che tu sia malato o no.

Alcuni dati sui biomarcatori, tuttavia, possono rivelare lo stato generale del tuo benessere e la tua forma atletica.

Inoltre, l’analisi del sangue dovrebbe dirti esattamente quali sono i tuoi risultati e come si confrontano con altre persone simili a te.

È bello essere nel range normale con i tuoi esami del sangue.

Ma “normale” per un atleta di 24 anni e per un pensionato di settant’anni, non ti dice molto.

La tua analisi del sangue dovrebbe includere una zona ottimale personalizzata in base all’età, al sesso, al livello di attività e persino al tuo sport.

Analisi del sangue: quando farle?

Quali biomarcatori testare

Lo screening del sangue può escludere molti potenziali problemi che potrebbero verificarsi lungo la strada.

I primi esami del sangue ti consentono di affrontare il problema o di agire sulle aree a rischio localizzate, prima di scavarti un buco.

Analisi del sangue quando farle

Quasi ogni squadra negli sport professionistici fa un esame del sangue pre-season, ma per ironia della sorte è solitamente per malattia e non per prestazioni.

Ogni esame del sangue è di solito una raccolta di biomarcatori chiamati panel, che possono variare da pochi biomarcatori a più di venti.

Ma tutti i biomarcatori dovrebbero indicare qualcosa che le persone possono regolare modificando ciò che mangiano e come si allenano.

Viene da se che gli esami del sangue devono essere fatti con una certa frequenza.

Gli esami del sangue più utili includono biomarcatori per lo stato nutrizionale, gli ormoni e l’infiammazione.

Vitamine e minerali sono i test più semplici e semplici, di solito mostrano una carenza o eccesso, che può accadere quando si assumono troppi supplementi.

I biomarcatori più complicati sono gli ormoni, che richiedono un’interpretazione sofisticata basata sull’età, sul programma di allenamento e, naturalmente, sul genere.

Una volta rilevato un problema in un esame del sangue, può essere applicato un intervento o una strategia per migliorare o ripristinare quel biomarcatore.

Esempio di gruppo di ferro

L’analisi del sangue può essere complicata dal momento che molti biomarcatori interagiscono tra loro.

Quando un biomarker è fuori portata, può innescare un effetto domino che spinge altri biomarker fuori portata.

Un esempio che illustra come i biomarcatori interagiscono è il fabbisogno di ferro del tuo corpo.

Il ferro è il componente chiave dell’emoglobina, il trasportatore di ossigeno contenente ferro nei globuli rossi.

La funzione primaria dell’emoglobina è di trasportare l’ossigeno dai polmoni ai muscoli, al cervello e al sistema digestivo dove rilascia l’ossigeno per l’uso cellulare.

I livelli ottimali di emoglobina migliorano la forza, aumentano la resistenza e migliorano le prestazioni aerobiche complessive.

La quantità di emoglobina nel sangue dipende in parte dalla quantità di ferro immagazzinata da un altro biomarker, la ferritina.

Se la ferritina è bassa, si ha meno emoglobina e meno globuli rossi per trasportare l’ossigeno.

Quando il tuo ferro è basso, ti senti affaticato, gli allenamenti che sono stati buoni sono diventati esigenti e la performance vacilla.

Quali biomarcatori sono importanti?

Molti di noi forse conoscono i biomarcatori comuni come LDL, HDL e trigliceridi. Ogni biomarcatore è unico, ma molti biomarcatori comuni rientrano in categorie familiari, come elettroliti, metabolismo e vitamine e minerali.

Sono tuttavia importanti altri biomarcatori meno noti come la globulina legante gli ormoni sessuali, nota anche come SHBG.

Biomarker come questi ci aiutano a vedere l’impatto di altri ormoni come il testosterone, un potente biomarcatore vitale per chiunque sia coinvolto in sport di potenza o allenamento con i pesi, comprese le donne.

Il valore della ripetizione e dei benchmarks unici

Prima abbiamo menzionato le gamme ottimali per i biomarcatori.

In genere, quando si ottengono i risultati degli esami del sangue dal proprio medico, è sufficiente scoprire se i risultati sono normali.

Il range normale per un esame del sangue viene solitamente creato per identificare la malattia o se la patologia si estende su un’ampia area.

Ma ogni individuo ha la sua gamma ideale unica per la sua etnia, genere, età e livello di attività.

Nessuno si aspetterebbe che un uomo sedentario abbia lo stesso livello di testosterone di un atleta professionista, ma entrambi condividono la stessa gamma normale.

Di nuovo un concetto importante: analisi del sangue quando farle

Analisi del sangue: quando farle?Pertanto, è importante che qualsiasi analisi del sangue per gli sportivi fornisca benchmark che confrontino i risultati con l’intervallo ideale per te.

Quindi, il test è la componente finale dell’utilizzo dell’analisi del sangue per gli sportivi e gli appassionati di fitness, e consiglio almeno tre test all’anno.

Perché?

È necessario un minimo di tre punti dati per vedere una tendenza e la ripetizione della prova conferma che il tentativo di modifica è stato efficace o rispettato.

Un altro fattore importante è che i biomarcatori sono dinamici, nel senso che sono suscettibili di cambiamenti per varie ragioni.

Testare una volta con un panel esteso non è così intelligente come testare i biomarcatori più utili più volte durante l’anno.

Apportare un cambiamento può essere facile per alcune persone, ma come qualsiasi cosa, devi sperimentarlo di prima mano e misurare i cambiamenti.

Indipendentemente dal panel o dal test del sangue che scegli, ripetere tre o quattro volte ti mostrerà il quadro generale di ciò che sta accadendo all’interno del tuo corpo.

Il Take-Home sull’analisi del sangue

L’uso di analisi del sangue, analisi e interventi di miglioramento non è così difficile come potrebbe sembrare.

La nostra chimica interna lascia indizi nel nostro sangue che sono veloci e convenienti da misurare e tali risultati hanno un impatto sia immediato che a lungo termine sulla nostra salute e sulle nostre prestazioni.

Studi di ricerca scientifica stanno rivelando come la dieta, l’allenamento e il sonno possono avere un impatto sul nostro corpo.

Mediante lo screening e l’analisi del nostro sangue, possiamo trovare ciò di cui abbiamo bisogno per migliorare con semplici cambiamenti.

Le analisi del sangue non dovrebbero essere viste come un processo negativo, ma come un’opportunità per guardare sotto il cofano del veicolo umano e fare la manutenzione necessaria per le migliori prestazioni.

  • Share:

Leave A Comment